Google: ex dipendente attacca “Pensa solo alla pubblicità”

15 marzo 2012
 
Google: ex dipendente attacca “Pensa solo alla pubblicità”

(IRIS) – ROMA, 15 MAR – “Google non è più la stessa da quando è arrivato Google+”.

E’ l’accusa James Whittaker, sino a poco tempo fa ingegnere dell’azienda di Mountain View e ora dipendente di Microsoft. E proprio su un blog della società guidata da Steve Ballmer è maturato lo sfogo.

“La società a cui ero appassionato era un’azienda di tecnologia che dava ai propri dipendenti il potere di innovare. La Google che ho lasciato invece era una società di advertising che perseguiva questo come unico obiettivo” attacca Whittaker.

L’ingegnere ha tracciato il paragone con la Tv: “Offrendo lo spettacolo migliore si ottiene un maggior numero di spot. Il nuovo Google sembra più interessato agli spot che al prodotto”. Nel mirino dello sfogo è finito soprattutto il servizio Plus, che punta a fare concorrenza a Facebook nel campo dei social network.

4 commenti
 
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (15 rating, 3 votes)
Loading ... Loading ...
 
 

4 pensieri su “Google: ex dipendente attacca “Pensa solo alla pubblicità”

  1. Google è diventata nel tempo una realta onnipresente nel mondo dell’ITC. E’ presente nella nostra quotidianità con diversi prodotti, credo sia normale un cambiamento anche di filosofia aziendale. Per mantenere in vita un colosso del genere è indispensabile aumentare l’aggressività nei mercati, verso i propri utenti e verso quelli che ancora non lo sono. Certo leggere che anche i “superhappy” dipendenti di Google adesso comincino ad avere qualche remora nei confronti dell’azienda fa cadere il mito dell’azienda perfetta. Magari l’azienda perfetta non esiste, e anche se ti mette a disposizione divani extralarge o scivoli e cibi biologici, l’attenzione al profitto resta sempre la conditio sine qua non per chi fa business.

  2. Sarebbe da approfondire cosa abbia portato questo dipendente a parlare così della sua ex azienda, e perchè ora è la sua ex azienda…
    Inoltre nn vedo una argomentazione concreta su questa lamentela.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>